Lo Chef

Alla guida delle cucine del Soho Grand e Tribeca Grand, lo chef di altissimo livello Richard Farnabe supervisiona i menu per i pasti in camera, il catering e gli eventi speciali, le cene o i pranzi privati, il Club Room, il Salone, il Grand Bar e The Yard del Soho.

Per il Club Room del Soho Grand, Farnabe propone un menu della cucina americana classica con sfumature della tradizione francese; pollo arrosto biologico, salmerino di fontana scottato in padella con spinaci selvatici, tranci di carne essiccata newyorkese e risotto ai funghi selvatici. Per The Yard, il menu di Farnabe è ricco di cibi prettamente estivi, dalla grigliata all’aperto, alle bistecche di manzo Kobe e carne alla griglia con insalata di cavolo agli agrumi, chele di granchio reale, ostriche adagiate su metà guscio. Anche i dolci di Farnabe sono ottimi: crème brûlée croccante al punto giusto, bomba di cioccolato alla nocciola e muffin vellutati di rosso, senza zucchero e glutine.

Farnabe ha portato i “piatti locali” a un livello completamente nuovo, coltivando il suo giardino biologico in cima all’hotel a 17 piani. I prodotti comprendono un’ampia varietà di erbe e ortaggi: menta, coriandolo, fagioli verdi, ravanelli, zucca, ortaggi di piccolissime dimensioni e oltre 27 varietà di pomodori tradizionali.

Nato a Parigi, Richard Farnabe si è affermato in Francia prima che una carriera straordinaria lo portasse da Parigi a New York, per accettare un incarico alle dipendenze di un connazionale, Daniel Boulud, presso il Restaurant Daniel di Manhattan. Durante questo periodo, Farnabe si è distinto nel lavoro e, non molto tempo dopo, Jean-Georges Vongerichten ha contattato Farnabe e gli ha offerto l’opportunità di avere un incarico di responsabilità nell’ambito delle nuove iniziative per Jean Georges. Questo ruolo si è tradotto successivamente nell’incarico di capocuoco presso The Mercer Kitchen.

Negli anni immediatamente successivi, Farnabe si è immerso in una varietà di progetti, prima come chef privato per Tommy Hilfiger, seguito da una consulenza per Montrachet e di nuovo nelle cucine del Lotus. Per di più, Farnabe ha aperto il Prime a Huntington, dove ha ricevuto il premio Five Diamond dalla AAA nel corso del primo anno di apertura ed è stato consulente del ristorante Picholine, che successivamente ha ottenuto 2 stelle Michelin.

I menu dello chef Farnabe continuano a ricevere gli elogi della critica e sono contemporaneamente apprezzati per il loro approccio fresco e il  mix innovativo di sapori e ingredienti.